Procedimento di prevenzione* in grado d'Appello:

Dopo la ricezione degli atti da parte dei Tribunali del Distretto e gli scambi informativi, la Cancelleria provvede alle iscrizioni al SIPPI (Sistema Informativo Prefetture e Procure) e nel registro informatico interno all'Ufficio, alle comunicazioni per informare il sottoposto, i terzi interessati e i difensori sulla data e sul luogo in cui sarà tenuta l'udienza d'appello. Il dibattimento, con l'assistenza del Cancelliere, si conclude con l'emissione di un Decreto, al quale conseguono una serie di adempimenti della cancelleria (comunicazioni, notifiche, ricezione delle impugnazioni, con conseguente trasmissione degli atti alla Corte di Cassazione, ed, infine, apposizione della data di irrevocabilità). Dopo l'irrevocabilità del decreto, la cancelleria provvede a tutti gli adempimenti necessari affinché sia data esecuzione alle disposizioni in esso contenute. Provvede infine alla redazione della scheda per il Casellario.

Riabilitazione da misure di prevenzione:

Per la riabilitazione da MP occorre che siano decorsi anni 5 dalla cessazione della misura applicata ex l.75/1965 ( V art. 15 l. 327/1988 e art. 14 c. 2 l. 55/90)*. La Corte di Appello procede osservando le norme sul procedimento in camera di consiglio. La riabilitazione può essere chiesta solo dall'interessato (condannato).La domanda deve essere sottoscritta personalmente e redatta in carta semplice dal riabilitando o dal suo procuratore speciale. Sull'istanza è richiesta l'applicazione di una marca di € 6.50.Il provvedimento che concede la riabilitazione va annotato sul decreto originale e nel Casellario Giudiziale.

Ricusazione:

La sezione cura tutti gli adempimenti relativi alle decisioni sulle dichiarazioni di ricusazione del giudice nei procedimenti penali (artt. 37 e ss. c.p.p.)

La ricusazione di un giudice da luogo ad una procedura incidentale. La dichiarazione può essere proposta personalmente dalla parte o a mezzo di un difensore o di un procuratore speciale. Se la causa è nota alla parte, la dichiarazione va presentata prima che il giudice compia atti del processo, in caso contrario, se la causa di ricusazione viene conosciuta fuori udienza, la dichiarazione va presentata entro 3 gg. dal momento in cui se ne è avuta conoscenza. La dichiarazione va presentata per iscritto unitamente ai documenti di supporto, in cancelleria. Una copia va depositata nella cancelleria del giudice ricusato. Sull'istanza la Corte decide con ordinanza ricorribile in cassazione. L' assegnazione al Collegio per la trattazione segue il criterio automatico di rotazione 1^ 2^ 3^ sezione civile salva la facoltà del Presidente della Corte di derogare tale criterio – per particolari esigenze di incompatibilità – con decreto motivato. L'ordinanza è comunicata al giudice ricusato e al Procuratore Generale e notificata alle parti private.

Quinta Sezione Penale e per le Misure di prevenzione – Centro per il gratuito patrocinio
  • Istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato
    (ZIP - 8 Kb)
  • Prospetto diritti di copia
    (ZIP - 246 Kb)